6 StQ-Y 50 Quagi - Status Quad

Vai ai contenuti
PRODOTTI > ANTENNE > 6 mt - VHF
Status QUAD: 6 StQ-Y 50
Quagi 6 elementi 50 Mhz
3 elementi quad + 3 elementi yagi
750,00 (iva incl.)


Tabella simulazione Eznec, gain e F/B in free space
e real ground a 10 metri da terra



Specifiche tecniche





Come nasce questo progetto e perchè scegliere una Quagi Status Quad.
Questo progetto nasce dalla collaborazione con uno dei migliori progettisti di antenne radioamatoriali, DG7YBN Mr. Hartmut Kluver . L'idea alla base del progetto è quella di riunire in una sola antenna i punti di forza di due diverse tipologie di antenne: quad e yagi. Le caratteristiche quad sono la silenziosità, la larghezza di banda, un guadagno molto alto mantenendo un angolo basso, aspetto utile soprattutto nei DXs. Queste peculiarità non possono essere sfruttate al meglio utilizzando un solo elemento quad, quindi solo radiatore o riflettore, ma avendo una struttura elettrica base completamente quad, quindi riflettore/radiatore/direttore. Tra le altre cose le analisi modellistiche effettuate sulle antenne quad mostrano un incremento modesto con l’aggiunta di più di due elementi parassiti, quindi oltre il quarto elemento. Si è deciso quindi di esplorare questo ibrido in considerazione del fatto che l'aggiunta dei direttori yagi consentono più velocemente di raggiungere un più alto guadagno complessivo mantenendo una struttura meccanica snella e leggera.
Di seguito riporto la presentazione del progetto elettrico, di DG7YBN:
DG7YBN's note about finalizing the 50 MHz 3 plus 2 Extended Quagi:
With Status Quad giving me the opportunity to develop a not seen before design in real I am grateful for the cooperation that Lino offers me. The Extended Quagi combines well known qualities of Quad and Yagi. The driver cell (Reflector, Driven Loop and now in contrast to the Quagi including the most impedance influencing element D1) are resembled by Loops that offer rugged behaviour against environmental influences, small dimension changes and last not least the tendency to offer more bandwidth. This is what the Quad is well know for in shortwave applications. The continuative wave guiding structure is made from lean Yagi-Uda elements. This is the domain of the Yagi as tested in Longyagi applications for demanding performance on VHF/UHF. This way the Extended Quagi offers the stability in frequency response that is welcome for shortwave and lower VHF antenna applications but is as lean as a beam for the further boom.
Nota di DG7YBN sulla finalizzazione della Quagi 3 più 2 per i 50 MHz:
Status Quad mi ha dato l'opportunità di sviluppare un design mai visto prima nella produzione di serie e sono grato per la collaborazione con Lino IZ0ZBB e l’opportunità che mi ha offerto. L'Extended Quagi combina le ben note qualità di Quad e Yagi. La cella del driver composta da Riflettore, Radiatore e primo direttore sono ora in contrasto con la parte Quagi che include l'elemento D1 quad il quale influenza maggiormente l'impedenza dell'antenna; questa struttura radiante fondamentale, costituita da loop offre un comportamento robusto contro le influenze ambientali, i piccoli cambiamenti di dimensioni e, non ultima, la tendenza ad offrire più larghezza di banda. Questo è ciò per cui le Quad sono ben note nelle applicazioni a onde corte. La struttura di guida continua dell'onda irradiata è costituita da elementi Yagi-Uda. Questo è il dominio delle Yagi come testato nelle applicazioni Long-yagi per prestazioni impegnative su VHF/UHF. In questo modo l'Extended Quagi offre la stabilità nella risposta in frequenza che è benvenuta per le applicazioni di antenne a onde corte e dalle VHF in giù, tutto questo non stressando la struttura meccanica.

Struttura meccanica e dotazione standard

Particolari boom
La piastra di collegamento tra boom e mast è realizzata interamente in alluminio fresato e forato con macchine a controllo numerico. L’alloggiamento del boom è scavato nella piastra in modo da evitare qualsiasi movimento relativo o scorrimento. I cavallotti in alluminio, sono dimensionati per stringere mast con diametri compresi tra 40 a 65 mm. Il boom è realizzato in alluminio di profilo quadro 50x50 spessore 2 mm.
 
Tutta le bulloneria compresi gli U-bolt sono esclusivamente in acciaio inox 316.

   


Elementi antenna
Gli elementi QUAD sono realizzati con tondo pieno in vetroresina diametro 10 mm, il conduttore viene collegato agli elementi tramite cocche realizzate su disegno e progetto Status Quad in materiale plastico POM UV resistente.

 


Loop antenna
I loop delle antenne sono realizzati con una treccia in lega di alluminio diametro 3 mm/6 mmq; questa lega, come molti altri particolari delle nostre quad, è stata realizzata e progettata per le nostre specifiche esigenze. Non si tratta di semplice alluminio, ma di una lega composita che a pari conducibilità e leggerezza, assicura una maggiore resistenza meccanica.



Titanti verticale
In tutte le Quagi Status Quad viene fornito il kit tiranti verticali per il boom. Il kit è costituito da una staffa da applicare sul mast, alla quale vengono collegati i tiranti in treccia Mastrant da 3mm. La treccia collegata poi al boom ne evita flessioni in senso verticale dovute al peso ed ovviamente alle sollecitazioni atmosferiche.

Elementi Yagi
Gli elementi yagi sono formati da canne di alluminio diametro 15 mm spessore 2 mm. Non vengono utilizzate staffe o cavallotti esterni al boom per migliorare e sfruttare al massimo l'efficenza elettrica delle quagi. Il passaggio attraverso il boom permette di correggere il disegno elettrico dell'antenna ed ottenere un risultato migliore rispetto agli elementi esterni. Per garantire la resistenza meccanica adeguata abbiamo utilizzato degli isolatori che svolgono due funzioni molto importanti:
 
1) assicurare l'isolamento dal boom degli elementi, opponendo la minor superficie possibile al vento
 
2) annullare l'effetto leva degli elementi che viene esercitato attraverso i fori praticati sul boom. Grazie ai supporti in Delrin, la leva e lo sforzo meccanico vengono spostati dai fori alla superficie del boom.
 



Riguardo questo aspetto molto importante riporto di seguito un disegno esplicativo e la spiegazione del progettista:

"The fix point on the boom is most vulnerable area for breaking with any Yagi element rod. As all the free length left / right side operates as a lever arm in high winds. This insulator guides the element rod through the boom giving very good support at the in that area. As the element is guided by the two plastic bushing concentrically over a long stretch on both sides of the boom. Which gives a broad fastening base which also is able to link forces into the boom shoulder via the wide shoulders of these insulators. With this mounting method through the boom a well known Boom Correction (SM5NSZ's BC.exe) is applied. So that unlike with most other mounting brackets a good performance is guaranteed"
“"Il punto di inserzione dell’elemento nel boom è l'area più vulnerabile in una Yagi in cui si possono produrre rotture degli elementi. Ciò a causa della lunghezza libera, sia a sinistra che a destra, che opera come braccio di leva in presenza di vento forte. La guida isolante dell'elemento che attraversa il boom fornisce un ottimo supporto in quella zona, poiché l'elemento è guidato dai due manicotti Delrin, concentricamente, per un lungo tratto in entrambi i lati del boom. Ciò fornisce un’ampia zona di sostegno che è anche in grado di ripartire le sollecitazioni sulla spalla del boom attraverso i larghi appoggi dei manicotti isolatori. Con questo metodo di montaggio attraverso il boom viene applicata una nota correzione dell’influenza del boom (BC.exe SM5NSZ). In modo che, a differenza della maggior parte delle altre staffe di montaggio, sia garantita una migliore prestazione"
Seguici anche su         Sito in
Torna ai contenuti